Logo CallMia, società di recupero crediti

CallMia al CVSpringDay 10°, il grande evento annuale della credit industry in Piazza Affari

L’appuntamento, quest’anno intitolato “Connecting People. Opportunities & Expertise in Distressed Credit Markets”, è andato in scena lo scorso 9 aprile a Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana. Tra gli speaker dell’evento, anche Antonello Abis, Direttore Operativo CallMia.

Il palco dell'evento

L’evento di riferimento per tutti gli attori della credit industry. Un’opportunità unica per approfondire alcuni dei temi più caldi per il futuro del mercato dei crediti distressed, facendo networking con i principali player del settore e creando nuove opportunità di business. Questo è molto altro nella 10° edizione del CVSpringDay.

L’appuntamento, quest’anno intitolato “Connecting People. Opportunities & Expertise in Distressed Credit Markets”, si è tenuto il 9 aprile a Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana in Piazza degli Affari, Milano. Durante il Round Table del pomeriggio, tra gli speaker dell’evento, è intervenuto anche Antonello Abis, nostro Direttore Operativo.

Si è parlato di crediti NPL, asset class e differenziazione di gestione tra small, medium e high ticket, soprattutto nei mercati Telco & Utility.

Ecco alcuni estratti del round table.

CVSpringDay, tra crediti non performing e asset class

La sessione pomeridiana del CVSpringDay ha affrontato il tema dei crediti NPL da un nuovo punto di vista, andando oltre il sistema finanziario e bancario, ma estendendosi anche ad altri mercati, tra cui quello delle Utility & Telco.

L'intervento di Abis sul palco del CVSpring

Sul palco dell’evento, al round table intitolato “Luci ed ombre sulla gestione dei crediti problematici nei settori Utility, Energy, Idrico & Telco”, come anticipato ha preso parte anche il nostro Direttore Operativo Antonello Abis.

“Le utenze dei settori telco, utilities ed energy, in questi ultimi anni, hanno avuto un incremento importante in termini di morosità. I fattori scatenanti son quelli che conosciamo tutti: in primis la pandemia, la situazione politica internazionale instabile e, di conseguenza, un mercato che ha avuto i suoi problemi” ha affermato.

“In questo ultimo, quindi, come service, ci siamo strutturati per la gestione di questi crediti, soprattutto sull’energetico, dove c’è stato un aumento del ticket non indifferente. Una gestione che avviene in maniera differente rispetto al passato. Soprattutto a partire dall’analisi del portafoglio che ci viene affidato, differenziando il ticket in small, medium o high, e considerando la sua componente territoriale o la tipologia di business in questione. 

[…] In generale, comunque, nel settore energetico abbiamo un ticket più elevato. Se pensiamo alle telco, invece, pensiamo ad una gestione di un ticket molto basso. Del resto, stiamo parlando sempre di canoni flat, derivanti da fornitura di telefonia, di servizi internet o di streaming.”

Antonello Abis al CVSpring

Sempre a questo proposito, ha poi concluso: “Gestire volumi importanti di questi crediti richiede sicuramente una gestione industriale, soprattutto sullo small ticket, dove l’utilizzo di strumenti automatici, sia per il contatto ma anche per il sollecito, attraverso media o sms, sono fondamentali. D’altra parte, noi prediligiamo un approccio più sartoriale sui crediti di importo più elevato, con una valutazione individuale del rischio del credito, termini di pagamento flessibili (come piani di rientro), consulente dedicato con costante monitoraggio e aggiornamento”.

“Come recuperare i crediti problematici nel settore Energy”: l’intervista per Credit Village

Strettamente connesso al tema centrale della tavola rotonda, il Direttore Abis ha poi rilasciato una breve intervista per i canali di Credit Village, piattaforma d’informazione specializzata nel credit management.

Alla domanda “Quali sono le caratteristiche specifiche dei crediti problematici del mondo Utility, Idrico, Telco, Energy e quali sono le strategie di recupero che adottate?” ha così risposto:

“I crediti problematici possono variare notevolmente a seconda della natura e dalla complessità delle attività svolte nei settori Utility, Idrico, Telco ed Energy. Negli ultimi anni, abbiamo riscontrato un crescente aumento delle problematiche di riscossione dovute principalmente alla rapida evoluzione e liberalizzazione dei mercati e alla situazione economica mutevole. Queste hanno causato un deterioramento delle relazioni tra i debitori e player del mercato…”.

Ecco l’intervista integrale.

La tua società di Recupero Crediti

Richiedi una Consulenza Gratuita

Incassare al momento giusto, o tornare in possesso dei crediti insoluti, non sarà più un problema. Neanche l’intera gestione del credito lo sarà. Sviluppiamo insieme la strategia ideale per tutelare il tuo business, ottimizzando ogni singolo processo con il cliente finale.