Logo CallMia, società di recupero crediti

Normativa e Privacy nel Recupero Crediti

Recupero crediti, normative di riferimento per trattamento dati (Privacy) e GDPR

In questo articolo, esploreremo le principali disposizioni normative che regolano il recupero crediti e l’importanza di conformarsi alle leggi sulla privacy, come il GDPR.

 

La normativa relativa al recupero crediti

La principale normativa di riferimento per il recupero crediti è l’articolo 115 del TULPS (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza). Secondo il Regolamento di Esecuzione del TULPS, le agenzie di recupero crediti sono considerate imprese intermediarie che agiscono per conto di terzi.

La normativa richiede che le agenzie di recupero crediti esibiscano o comunichino il committente della licenza e informino preventivamente l’ufficio competente del loro rilascio, fornendo anche un elenco degli agenti e delle rispettive aree di competenza. Prima, il recupero crediti era limitato territorialmente, ma questa restrizione non esiste più.

Inoltre, le agenzie di recupero crediti devono mantenere un registro delle operazioni e renderlo disponibile agli ufficiali e agli agenti di pubblica sicurezza. Gli agenti di recupero crediti sono obbligati a fornire una copia della licenza ogni volta che richiesta dalle Forze dell’Ordine, e devono indicare l’agenzia per conto della quale operano.

 

La normativa sulla privacy e il recupero crediti

Anche il settore del recupero crediti è soggetto alle norme sulla privacy e al GDPR, che tutelano i dati personali e regolano il loro trattamento. Tuttavia, è importante notare che queste disposizioni si applicano solo alle persone fisiche e non alle persone giuridiche.

Il concetto di dato personale comprende tutte le informazioni relative a una persona fisica identificata o identificabile, mentre il trattamento dei dati comprende azioni come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione e la comunicazione attraverso la trasmissione dei dati stessi.

Il garante nel 2016 ha sancito che nel contesto del recupero crediti, il creditore deve trasmettere all’agenzia solo i dati necessari per lo svolgimento delle attività. Questi dati includono le informazioni anagrafiche del debitore, l’importo del credito, le condizioni di pagamento e i recapiti, inclusi i numeri di telefono.

Il consenso al trattamento dei dati personali viene presumibilmente già espresso dal cliente nel corso del rapporto contrattuale e, poiché il diritto al credito è tutelato dalla legge, il trattamento dei dati del debitore può avvenire anche senza il suo consenso.

 

CONCLUDENDO

Il recupero crediti è un’attività che richiede una profonda conoscenza della normativa di riferimento e delle leggi sulla privacy. È essenziale che le agenzie di recupero crediti rispettino le disposizioni legali nel trattamento dei dati personali, garantendo la sicurezza e la privacy delle informazioni dei debitori. Scegliere un’agenzia di recupero crediti professionale e affidabile può aiutare a garantire un processo legale ed etico nel recupero dei crediti.

La tua società di Recupero Crediti

Richiedi una Consulenza Gratuita

Incassare al momento giusto, o tornare in possesso dei crediti insoluti, non sarà più un problema. Neanche l’intera gestione del credito lo sarà. Sviluppiamo insieme la strategia ideale per tutelare il tuo business, ottimizzando ogni singolo processo con il cliente finale.