Logo CallMia, società di recupero crediti

Prescrizione dei crediti commerciali

Quali sono le norme e i modi che regolano i crediti commerciali? Esiste una regola “Aurea” per tutelarli?

Queste sono le prime domande di molti clienti. Ora partiamo con la prima certezza relativa alla prescrizione dei crediti commerciali:

Per quanto riguarda il recupero dei crediti, è fondamentale agire tempestivamente per assicurare il successo dell’operazione. È altrettanto importante tenere in considerazione i termini di prescrizione dei crediti commerciali stabiliti dall’articolo 2946 del Codice Civile: di norma sono di dieci anni, ma troviamo alcune eccezioni.

 

I termini di prescrizione

In generale, i termini di prescrizione dei crediti possono essere suddivisi come segue:

  • dieci anni per i crediti bancari e finanziari, come le rate del mutuo, e per i crediti derivanti da contratti o atti illeciti;
  • cinque anni per i canoni di locazione, gli interessi, le retribuzioni di fine rapporto, le spese condominiali, gli affitti e gli utili delle società;
  • tre anni per i crediti di prestazioni professionali;
  • due anni per i crediti derivanti dalla circolazione di veicoli, come il risarcimento danni in caso di incidente stradale, e per il pagamento delle bollette di acqua, luce e gas;
  • un anno per i premi delle polizze assicurative;
  • sei mesi per i crediti degli albergatori.

 

Trascorsi questi termini di prescrizione, il creditore che non ha mai esercitato il diritto alla riscossione, perde la possibilità di esigere il pagamento del credito.

Quindi ribadiamo che, per garantire il successo di un’azione di recupero crediti, sia stragiudiziale che giudiziale, è necessario agire tempestivamente. Va evitato il superamento dei termini di prescrizione dei crediti commerciali.

Secondo il Codice Civile, infatti, “Ogni diritto si estingue quando il titolare non lo esercita per il tempo determinato dalla legge“. Si fa riferimento naturalmente ai diritti patrimoniali, tra cui rientra anche il diritto alla riscossione di una somma dovuta.

 

Le eccezioni

Tuttavia, esistono anche delle eccezioni alla prescrizione dei crediti commerciali. Ad esempio, il conteggio dei tempi di prescrizione si interrompe quando il titolare del credito esercita il suo diritto attraverso una richiesta scritta o attraverso la notifica di un atto giudiziario. Inoltre, si verifica una interruzione dei tempi di prescrizione del credito anche quando il diritto alla riscossione viene riconosciuto da parte del debitore.

In alcuni casi particolari, la prescrizione dei crediti può essere sospesa, ad esempio quando esistono particolari legami tra le parti, particolari condizioni del titolare del diritto o vincoli ai beni delle persone coinvolte.

In caso di sospensione, il conteggio del periodo di prescrizione viene sospeso fino al momento in cui è possibile riattivarlo, sommando il periodo precedente con quello successivo. In caso di interruzione, invece, il conteggio del periodo di prescrizione si azzera e potrà eventualmente ricominciare da capo al nuovo verificarsi delle condizioni necessarie.

La tua società di Recupero Crediti

Richiedi una Consulenza Gratuita

Incassare al momento giusto, o tornare in possesso dei crediti insoluti, non sarà più un problema. Neanche l’intera gestione del credito lo sarà. Sviluppiamo insieme la strategia ideale per tutelare il tuo business, ottimizzando ogni singolo processo con il cliente finale.